Raffaella Vaccari - il convitato di pietra

Vai ai contenuti

Menu principale:

Raffaella Vaccari

chi siamo
 

Il convitato di pietra di Lisa Morpurgo è il libro che ha costretto ad addentrarmi allo studio dell’astrologia in modo professionale, libro che mi regalò Gabriele Silvagni nell’estate del 1988 quando lo conobbi. Nell’autunno dello stesso anno ho cominciato a frequentare gli incontri che si tenevano con Lisa Morpurgo a Milano. Ho iniziato così ad essere sua allieva e poi collaboratrice fino al 1998 anno della sua morte.
Ho partecipato ai convegni astrologici da lei diretti nel 1991 e nel 1993 a Riccione con le ricerche “Gli astri degli astronauti” e “I sequestri di persona” pubblicati dalla rivista Sirio.
Sono stata tra i fondatori dell’Associazione la Nave dei Feaci, gruppo di studi e memorie astrologiche, gruppo nato da una mia idea che inizialmente aveva l’intento di raccogliere e condividere tutto il materiale edito ed inedito di Lisa Morpurgo. L’obiettivo era di riuscire così a diffondere le sue teorie astrologiche in anni in cui ancora non vi era internet e la diffusione delle idee era abbastanza difficoltosa.
Per l’Associazione la Nave dei Feci ho disegnato il logo ufficiale.
Ho partecipato ai convegni organizzati a Milano al Centro Congressi Stelline dalla Nave dei Feaci del 2000 e del 2002.
Nel 2004 ho partecipato in collaborazione con Gabriele Silvagni al lavoro “La lingua amara, ricerca sui balbuzienti, a Rimini alla sala conferenze Hotel Gradisca, pubblicato da l’Eco dei Feaci.
Nel 2006 ho collaborato con Gabriele Silvagni per la parte mitologica alla ricerca “Il pianeta Y, alias Sedna?” Lavoro presentato a Bologna alla Sala del Baraccano e pubblicato da l’Eco dei Feaci.
Lisa Morpurgo prima della sua morte affidò a Gabriele Silvagni e a me tutto il suo materiale di ricerca astrologica che pubblicammo nel 2007 nel sito a lei dedicato per condividere gratuitamente tutto il suo lavoro.
Nel 2010 ho presentato il lavoro “Arte e percezione visiva” a Milano all’Università Popolare, un lavoro nato dai miei nuovi interessi nel campo della cibernetica della mente, la logonica e dagli studi su Silvio Ceccato che sto portando avanti collaborando con il Prof. Pino Parini.
Il mio lavoro principale è comunque legato all’arte: cerco di applicare le mie conoscenze astrologiche al mondo del linguaggio visivo utilizzando diversi media quale pittura, scultura, video arte, performance. Il mio immaginario artistico è fortemente influenzato dall’astrologia.
Porto avanti così una ricerca artistica che partendo dalla pittura esplora differenti linguaggi espressivi trattando temi che riguardano principalmente il femminile visto attraverso il filtro dello Zodiaco e i suoi rapporti con la natura. 

Nel sito sono pubblicati:

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu